Lea Pellegrino 28 dicembre 2013


Il no della Cassazione al diritto del figlio maggiorenne studente al mantenimento


I criteri della della decisione.


No al mantenimento della figlia trentenne fuori corso. Lo ha stabilito la Suprema corte con la pronuncia n. 27377/2013.

La decisione si fonda su alcuni presupposti: che il figlio maggiorenne sia proprietario di beni personali, che continua a frequentare l’università in qualità di studente fuori sede e  che senza un giustificato motivo ritarda nel conseguimento del titolo di studi, invece di preoccuparsi di cercare un lavoro.

Per cui, non troverebbe  terreno fertile il principio che impone al genitore, che voglia liberarsi  all’onere di mantenimento del figlio maggiorenne, di provare la colpa di quest’ultimo nel procurarsi reddito, date le ampie e logiche motivazioni.




Articoli correlati





Commenta l'articolo

*