Lea Pellegrino 04 febbraio 2013


DECRETO PRESIDENTE REPUBBLICA 21/12/1996, n. 696


REGOLAMENTO RECANTE NORME PER LA SEMPLIFICAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI CERTIFICAZIONE DEI CORRISPETTIVI.



Preambolo

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
VISTO L’ARTICOLO 87, QUINTO COMMA, DELLA COSTITUZIONE;
VISTO L’ARTICOLO 17, COMMA 2, DELLA LEGGE 23 AGOSTO 1988, N. 400;
VISTO IL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 OTTOBRE 1972, N. 633, E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI, CONCERNENTE L’ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELL’IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO;
VISTO L’ARTICOLO 22, COMMA 1, DELLO STESSO DECRETO CHE STABILISCE LA NON OBBLIGATORIETÀ DELL’EMISSIONE DELLA FATTURA, SE NON A RICHIESTA DEL CLIENTE, PER LE ATTIVITÀ DI COMMERCIO AL MINUTO ED ATTIVITÀ ASSIMILATE;
VISTO L’ARTICOLO 8 DELLA LEGGE 10 MAGGIO 1976, N. 249, E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI, CHE DEMANDA AL MINISTRO DELLE FINANZE DI STABILIRE NEI CONFRONTI DI DETERMINATE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI DELL’IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO L’OBBLIGO DI RILASCIARE APPOSITA RICEVUTA FISCALE PER OGNI OPERAZIONE PER LA QUALE NON SIA OBBLIGATORIA L’EMISSIONE DELLA FATTURA;
VISTI I DECRETI MINISTERIALI 13 OTTOBRE 1979, 2 LUGLIO 1980 E 28 GENNAIO 1983 CON I QUALI SONO STATE DISCIPLINATE LE CARATTERISTICHE DELLA RICEVUTA FISCALE E LE RELATIVE MODALITÀ DI RILASCIO DA PARTE DI DETERMINATE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI;
VISTA LA LEGGE 26 GENNAIO 1983, N. 18, CONCERNENTE L’OBBLIGO DA PARTE DI DETERMINATE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI DELL’IMPOSTA  SUL VALORE AGGIUNTO DI RILASCIARE UNO SCONTRINO FISCALE MEDIANTE L’USO DI SPECIALI REGISTRATORI DI CASSA;
VISTO IL DECRETO DEL MINISTRO DELLE FINANZE 23 MARZO 1983,  E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI, RECANTE NORME DI ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALLA CITATA LEGGE 26 GENNAIO 1983, N. 18;
VISTO L’ARTICOLO 12, COMMA 1, DELLA LEGGE 30 DICEMBRE 1991,  N. 413, CHE HA ISTITUITO, DAL 1 GENNAIO 1993, L’OBBLIGO GENERALIZZATO DI CERTIFICAZIONE, A MEZZO RICEVUTA O SCONTRINO FISCALE, DEI CORRISPETTIVI DELLE CESSIONI DI BENI E DELLE PRESTAZIONI DI SERVIZI DI CUI AGLI ARTICOLI 2 E 3 DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 OTTOBRE 1972, N. 633, E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI, PER LE QUALI NON È OBBLIGATORIA L’EMISSIONE DELLA FATTURA SE NON A RICHIESTA DEL CLIENTE;  VISTO IL DECRETO DEL MINISTRO DELLE FINANZE 29 GENNAIO 1992 CHE HA DISCIPLINATO LE CARATTERISTICHE DELLA RICEVUTA FISCALE E LE RELATIVE MODALITÀ DI RILASCIO DA PARTE DEGLI ESERCENTI LABORATORI DI BARBIERE E DI PARRUCCHIERE PER UOMO E DI ESERCENTI ATTIVITÀ DI NOLEGGIO DI BENI MOBILI, NON TENUTI ALL’OBBLIGO DELL’EMISSIONE DELLA FATTURA, PER CIASCUNA PRESTAZIONE DI SERVIZIO EFFETTUATA ANCHE A DOMICILIO;


Pagina: 1 2 3 4 5 6



Articoli correlati





Commenta l'articolo

*